Voi siete qui: Home > A chi ci rivolgiamo > Distributori
Distributori PDF

DEFINIZIONE

(Art. 2, comma 1, lett. o), D. Lgs. 188/2008)

Ai fini del D. Lgs. 188/2008 è considerato distributore:
 
"qualsiasi persona che nell'ambito di un'attività commerciale fornisce accumulatori e pile ad un utilizzatore finale".
 
OBBLIGHI 
  • Si stabilisce che, dalla data di entrata in vigore del decreto, possano essere immessi sul mercato solo le pile e gli accumulatori che possiedono i requisiti stabiliti dallo stesso decreto, prevedendo contestualmente il ritiro delle pile e degli accumulatori non conformi immessi sul mercato con oneri a carico di chi li ha immessi. (artt. 3,5) 
  • I distributori di pile ed accumulatori portatili nuovi devono mettere a disposizione del pubblico contenitori per il conferimento dei rifiuti di pile ed accumulatori portatili e a tali fini non sono soggetti ai requisiti in materia di registrazione o di autorizzazione di cui alla vigente normativa sui rifiuti. (art. 6) 
  • Gli utilizzatori finali devono potersi disfare gratuitamente dei rifiuti e ciò non deve comportare oneri né l'obbligo di acquistare nuove pile o nuovi accumulatori. 
  • I distributori di pile ed accumulatori portatili nuovi sono tenuti ad esporre in evidenza, in prossimità dei banchi di vendita, con caratteri ben leggibili, un avviso al pubblico con indicata la possibilità di lasciare presso i loro punti vendita i rifiuti di pile o accumulatori portatili. Questo avviso deve informare, altresì, circa i pericoli ed i danni che possono derivare all'ambiente ed alla salute umana dallo smaltimento di pile ed accumulatori al di fuori degli appositi contenitori per la raccolta separata e circa il significato dei simboli apposti su pile ed accumulatori (art. 22, D. Lgs. 188/2008). 
  • I costi della raccolta, del trattamento e del riciclaggio non sono indicati separatamente agli utilizzatori finali al momento della vendita di nuove pile e accumulatori portatili.

Le relative voci non dovranno, quindi, essere indicate in fattura. (art. 13)

SANZIONI
 
(Art. 25, D. Lgs. 188/2008)
 
Salvo che il fatto costituisca reato, i distributori che:
 
- immettono sul mercato pile e accumulatori contenenti le sostanze di cui all'art. 3, comma 1 (salve le eccezioni indicate nel medesimo articolo) sono puniti con sanzione amministrativa pecuniaria da € 100,00 ad € 2.000,00 per ciascuna pila o accumulatore immesso sul mercato; 
- indebitamente non ritirano a titolo gratuito una pila o un  accumulatore, sono puniti con sanzione amministrativa pecuniaria da € 30,00 ad € 150,00 per ciascuna pila o accumulatore non ritirato o ritirato a titolo oneroso; 
- non forniscono le informazioni di cui all'art. 24 del decreto, sono puniti con la sanzione amministrativa pecuniaria da € 500,00 ad € 2.000,00.
 
COBEU E IL DISTRIBUTORE
 
Aderendo a Cobeu ed utilizzando la rete di raccolta facente capo al medesimo, il distributore è esonerato dal pagamento di qualunque ecotassa o eco-contributo (sovrapprezzo) al fornitore del prodotto nuovo, altresì egli potrà richiedere la restituzione di quanto indebitamente in precedenza versato.
 
Vi invitiamo a contattarci per ricevere più dettagliate informazioni.